Da quando Annie Sloan lanciò la sua linea di chalk paint anni fa, il mondo della decorazione ha considerato queste pitture ideali per i mobili e quando si parla di pitturare oggetti, è quasi implicito di usare un prodotto di questo tipo.
Tuttavia Fusion, pur essendo progettata con in mente principalmente la decorazione di mobili e oggetti, non fa parte di questa famiglia di pitture; Fusion Mineral Paint è un prodotto completamente unico e non è una chalk paint.
Dato il possibile spaesamento di fronte a un cambiamento di questo tipo, sia per l’applicatore professionale sia per l’amante del fai-da-te, proponiamo dunque un’utile analisi comparativa dei due prodotti e perchéabbiamo scelto di importare e distribuire Fusion Mineral Paint in Italia.


Scendiamo ora nello specifico riguardo similarità e differenze tra le Chalk e Fusion.
Le chalk paint comprendono: CeCe Caldwell, Maison Blanche, Amy Howard at Home, FAT Paint, Country Chic Paint, Plaster Paint, tra le più famose per fare qualche esempio.
Tutte queste tinte si distinguono lievemente come formula, ma producono tutte un risultato molto simile, una pittura gessosa che aggrappa sulla maggior parte delle superfici con poca o nessuna preparazione che si protegge con una cera o una finitura.

FUSION PAINT

PREPARAZIONE

Poca o nessuna

CONSISTENZA

Leggera e sottile, autolivellante, texture minima

COPERTURA

1-2 mani con la maggior parte dei colori, con alcuni dei più chiari ed il rosso che ne potrebbero richiedere anche 3

Mixabilità colori

Effetto Distress?

Effetto invecchiante?

Con l’apposito “Antiquing Glaze” o qualsiasi cera scura

A prova d’acqua?

A prova di macchie?

Necessita una finitura?

No

Tossica?

No, quasi zero VOC

CHALK PAINT

PREPARAZIONE

Poca o nessuna

CONSISTENZA

Spessa, la texture è più visibile

COPERTURA

1-2 mani con la maggior parte dei colori, con alcuni dei più chiari ed il rosso che ne potrebbero richiedere anche 3

Mixabilità colori

Effetto Distress?

Effetto invecchiante?

A prova d’acqua?

No

A prova di macchie?

No

Necessita una finitura?

Sì, necessita una cera o poly perché non screpoli o si macchi

Tossica?

Dipendendo dal brand è possibile venga usato latex, glicol-etilene o metanolo, tutti tossici

Chalk Paint

Preparazione per una Chalk Paint? Praticamente nessuna. La Chalk aggrappa su quasi tutto, dando giusto qualche difficoltà sui materiali più ostici come il legno laminato. Ti risparmia una mano di primer e di carteggiare. Anzi carteggiare è sconsigliato perché potrebbe far consumare più pittura del previsto.
Consistenza di una Chalk Paint? La chalk paint è molto densa, e può essere diluita per apparire più snella. Data la densità, lascia molta texture, che può aiutarti a creare uno stile french – shabby. Di contro, se punti ad un look lucido non sarà indicata.
Puoi mischiare i colori? Si.
Puoi creare l’effetto Distress con la Chalk Paint? Si, tra l’altro le chalk danno i risultati migliori quando si punta a questo tipo di effetto.
Non c’è alcun protettivo nella pittura, per cui prima di dare la finitura/cera basterà carteggiare le zone che ti interessano.
Puoi invecchiare un mobile con Chalk Paint? Sì, con le apposite cere scure o le glasse invecchianti è possibile ottenere un ottimo look vintage.
Tuttavia, siccome le chalk paint sono porose assorbiranno qualsiasi quantità di cera o glassa che applichi, per cui il dosaggio non è sempre intuitivo.
le Chalk sono a prova d’acqua? No. Tutte le Chalk essendo porose assorbiranno acqua o qualsiasi altro liquido che gli sia versato sopra. Infatti versare acqua sulla chalk non protetta da cera/glassa re-idriterà la pittura e la laverà via.
A prova di macchia? No, per le stesse ragioni di cui sopra.
Richiedono finitura? Si, se vuoi che la pittura goda di discreta durata. La maggior parte delle linee chalk sul mercato comprendono una cera protettiva come finitura consigliata. La cera deve essere spalmata così da riempire i pori della pittura.
Le Chalk sono tossiche? Non tutte, ma alcuni brand usano elementi tossici. Siccome l’offerta è comunque molto varia, lasciamo all’utente di informarsi a riguardo di brand specifici.
Costo di una Chalk Paint? All’incirca 30 euro per un litro, che basta a coprire 40 mq. Ha un grande ritorno di valore se usata per grandi progetti, ma se vuoi pitturare giusto un paio di mobili te ne avanzerà parecchia.
In conclusione: Le Chalk Paint sono un’ottima soluzione per la pittura e la decorazione del proprio mobilio. Tuttavia hanno alcuni punti deboli, come la necessità di una protezione ed il comportamento non proprio docile mentre si applica la cera, e la possibilità di prodotti tossici od odorosi, sia nella pittura che nella cera.
Anche se abbiamo sempre usato e consigliato ai clienti la Chalk Paint per la decorazione dei mobili, da quando ci siamo imbattuti in Fusion per noi è passata in secondo piano. Perché?
Per noi, Fusion è parsa semplicemente l’evoluzione naturale della scienza della decorazione dei mobili. Garantisce una durata superiore alle proprie opere, è più semplice da usare, e ha un costo in genere minore delle chalk.

Fusion Mineral Paint

Preparazione ? Come la chalk, poca o nessuna. Aggrappa praticamente dappertutto e la linea contiene un prodotto (Ultra Grip) apposta per renderla applicabile su laminati, vetri, metalli difficili etc.
Consistenza? Fusion è leggera e sottile. La pittura si muove molto fluidamente con il pennello, lasciando per cui una texture molto meno visibile della chalk paint.
Siccome è più sottile, è un po’ più piacevole da usare. Un risultato omogeneo richiede molto meno impegno rispetto alle chalk. Fusion è anche autolivellante, per cui mentre si secca l’effetto omogeneizzante si accentuerà ancora di più, mascherando possibili errori.
Puoi mischiare i colori? Sì.
Puoi creare l’effetto Distress con Fusion? Sì, Fusion è una pittura molto facile da “rovinare”, basterà avere l’accortezza di farlo poco dopo aver finito di dare la mano in modo da agire sul colore mentre è fresco, siccome più si secca e più il procedimento diventa difficile.
Puoi invecchiare un mobile con Fusion? Sì, Fusion è invecchiabile (Vintage Look) con una cera o glassa di qualsiasi altro brand, oppure con il prodotto Fusion apposito “Antiquing Glaze”. Si può anche applicare una cera chiara o un poly per una lucidità maggiore.
Fusion è a prova d’acqua? Incredibilmente, Fusion è al 100% a prova d’acqua. Siccome è basata su una resina acrilica, la sua formula non è per niente porosa come le chalk paints, inoltre la resina protegge la pittura e la lega saldamente al legno, garantendole un’estesa durata nel tempo, maggiore rispetto alle chalk.
A prova di macchia? Sì! Per gli stessi motivi che la rendono a prova d’acqua, Fusion non lascia attaccare le macchie. Può essere pulita facilmente con acqua e sapone. L’autrice del post da cui questo articolo prende spunto riporta di aver usato perfino la candeggina per pulire una macchia di vino su un colore Fusion bianco, senza danni.
Richiede finitura? No, ancora grazie alla sua base in resina acrilica Fusion è munita di una protezione automatica come secca che rende una finitura protettiva un’opzione valutabile a scopi decorativi ma funzionalmente superflua.
Se vuoi utilizzare una finitura extra per conferire maggiore lucidità al tuo pezzo o una protezione in più se lo esponi in aree di alto traffico dell’ambiente è più che fattibile, ma allo stesso tempo non è una necessità per garantire una buona longevità alle tue opere Fusion.
Fusion è tossica? No, Fusion non adopera alcun elemento tossico. Il suo VOC/COV è semplicemente zero. Anche le sue cere sono unicamente a base di due elementi: Cera d’api e olio di canapa.
Si tratta di un prodotto completamente naturale, innocuo nemmeno da inghiottire (ovviamente non è consigliato essendo pittura, però non vi avvelenerebbe).
Costo di Fusion? Fusion è distribuita in pinte da 500ml per aiutare il cliente a dosarsi in base al progetto, prevenendo potenziali larghi sprechi. Una pinta costa circa 22 euro, copre circa 7.5 mq, e copre anche il costo della cera.
Sono disponibili anche testers da 6 euro da 35ml, con cui è possibile pitturare in genere uno specchio, una piccola sedia o qualche piccola cornice, dipendendo anche dai materiali.
In conclusione: A fronte di tutte queste considerazioni, è semplice capire perché abbiamo preferito e consigliamo Fusion Mineral Paint.
Maggiore praticità, ecologicità ed economicità a fronte di un risultato esteticamente migliore rispetto alle chalk paints in genere.